Author Archives: staff ponso

Che bello scoprire i libri in biblioteca e in libreria

“Che cosa sono i libri…?”
Questa  è la domanda con cui è  partito il progetto “Un mondo di libri “ che ha coinvolto  i bambini di 5 anni alla scuola dell’Infanzia di Piacenza d’Adige da novembre, e che si è concluso nel mese di aprile .

I libri hanno sempre  avuto un’attrattiva particolare nei bambini, cercando di valorizzare questo, la scuola dell’Infanzia sta svolgendo un percorso che permetta loro  di approcciarsi ai  vari tipi di libri o a tutto ciò che vi ruota attorno.

Proprio  in quest’ottica,  è stata organizzata un’ uscita didattica presso la Libreria Gregoriana Junior di Este, il 7 febbraio 2019, all’interno della settimana di Potenziamento linguistico, promossa da tutti i plessi dell’istituto. 

L’iniziativa si è  svolta con le classi 1-2 primaria della   scuola  di Piacenza d’Adige, dando seguito   in questo modo, alla continuità didattica tra i due ordini di scuola  iniziative  a settembre con iniziative comuni.

All’interno della libreria ci ha accolto un personaggio magico, il quale ci ha aiutato ad entrare nel mondo di fiabe e racconti.

Il mese successivo,  Il 14  marzo,  i bambini della scuola dell’Infanzia hanno  proseguito il loro viaggio alla scoperta dei luoghi dei libri,  partecipando  all’uscita didattica presso la biblioteca comunale di Este, dove hanno assistito  a  letture  animate proposte dalla bibliotecaria Cristina . Il Serpente Sansone e la “polvere magica” che fa venire voglia di leggere….hanno aiutato i bambini ad entrare in un clima magico.   La mattinata  è proseguita con la visita ai piani della struttura della biblioteca, che come ci ha illustrato Cristina, era l’antica abitazione della  contessa Ada Dolfin Boldu  che poi l’ha donata al comune di Este.  I  bambini hanno potuto   consultare alcuni libri per l’infanzia  tra i più particolari in commercio.

Il serpente Sansone e i libri pop up
Posted in Giornalino, infanzia Piacenza d'Adige, Primaria Piacenza d'Adige | Commenti disabilitati su Che bello scoprire i libri in biblioteca e in libreria

You’ve got mail!

Quest’anno scolastico, il programma di italiano prevedeva di affrontare la tipologia testuale della lettera personale.
Nell’era di Google e di Whatsapp, assistere alla scena del postino che recapita una lettera a domicilio, è evento ormai eccezionale. Se una persona si scomoda per prendere carta, penna, busta e francobollo per poi uscire di casa e cercare disperatamente una “ buca delle lettere”, o è un reduce dell’ultima guerra o deve comunicarci qualcosa di estremamente misterioso. In effetti, nessuno di noi aveva mai visto qualcosa di simile ad una lettera personale.
Allora, per rendere la lezione un “compito di realtà”, la prof. si è inventata uno scambio epistolare tra compagni. Abbiamo estratto i numeri a coppie ed, essendo noi diciotto, si sono formate nove “coppie di penna”.
Siamo andati nell’aula di informatica e abbiamo scritto i testi in massima libertà: chi ha descritto una disavventura, chi ha raccontato del fratellino pestifero, chi ha sciorinato i progetti per le vacanze estive, chi ha descritto con minuzia chirurgica le caratteristiche della band musicale preferita.
Dopo la stesura, la stampa e la personalizzazione degli elaborati attraverso adesivi o disegni, si è passati alla fase due: acquisto della busta e del francobollo. Tutti muniti del materiale, assemblato e compilato il campo del destinatario e del mittente a scuola, ci siamo poi recati a piedi all’Ufficio Postale di Ponso. Verificata la validità dei francobolli con le impiegate dell’Ufficio, visibilmente divertite dal fuoriprogramma, finalmente abbiamo compiuto la nostra missione.

Posted in Giornalino, Secondaria Ponso | Commenti disabilitati su You’ve got mail!

Il tempo vola

di M. S. (classe 2 sez. A, Roncalli Ponso)

La notte è un manto stellato,
che ci ascolta quando non dormiamo;
con una tempesta tutto è rovinato
ma per fortuna non ci spaventiamo.

Dopo che il Sole ci fa un sorriso perlato,
dal nostro lettino noi ci alziamo
guardiamo la finestra e pensiamo
al primo giorno di scuola che è già passato.

Siamo felici di tornare a scuola,
ma anche tristi di lasciare il mare;
dopo che oltrepassiamo l’aiuola,
ci accorgiamo che dobbiamo tornare.

È già finita la scuola! Gridiamo.
Il tempo è passato così in fretta!
Ritorniamo a casa, e ci tuffiamo
nella nostra nuvola perfetta.

Posted in Giornalino, News, Secondaria Ponso | Commenti disabilitati su Il tempo vola

Adolescenza: periodo difficile o meravigliosa avventura?

Adolescenza: che parolona! All’inizio potrebbe spaventare ed è vero: in alcuni momenti fa davvero paura, ad esempio svegliarsi la mattina e ritrovarsi con un brufolo enorme in faccia, ed ecco che partono le paranoie, la paura di non essere accettati per quella minuscola particella comparsa sul tuo volto… Tutte fandonie! Per una cosa del genere non si perdono gli amici altrimenti saremmo tutti soli. Però c’è sempre chi alimenta questi pregiudizi: i “RE” oppure le “Regine Elisabette” (come le chiamiamo io ed una mia amica). Loro sono conosciuti in tutta la classe come quelli che scelgono. Ma in base a cosa? In base a tutto: vestiti, scarpe, casa, genitori, animali, ricchezza… e sciocchezze simili, senza alcuna logica.
Poi ci sono i genitori, che non aiutano quando si parla di adolescenza e dei problemi che hai, infatti saltano sempre fuori con quei discorsi imbarazzanti che tu preferisci di certo evitare. Preferiscono soprattutto parlarne quando c’è gente a casa: mettendoti così in imbarazzo davanti agli ospiti, che si mettono pure a commentare.
Infine abbiamo gli ultimi punti per concludere in bellezza questa prima parte di testo: le crisi esistenziali e la scuola.
Le crisi esistenziali sono quei momenti/periodi della giornata in cui ti sembra che stia andando tutto bene quando accade qualcosa che rovina l’equilibrio: il ragazzo/a che ti piace ti guarda, ti cade il bicchiere di vetro per terra e tua madre si arrabbia, disubbidisci ad un ordine di tuo padre dicendo NO quando volevi dire SI’ e allora si inizia a discutere… e quando sono finite le discussioni o quei secondi cruciali in cui lui/lei ti guarda, inizi a domandarti, ad esempio, se anche tu gli piaci, se si è accorto di qualcosa, o, come ha fatto a cadere il bicchiere se lo tenevi stretto, o, come mai hai detto NO quando volevi dire SI’…ti si presentano appunto i dubbi amletici della tua esistenza, per risolvere i quali possibilmente chiami la tua migliore amica, che praticamente è già laureata in psicologia grazie ai tuoi problemi.
E per finire stupendamente questa prima parte, parliamo dell’incubo di ogni persona, adolescente o adulta che sia: la SCUOLA! E’ forse il posto dove succedono più cose, dato che ci passiamo metà della giornata, e l’altra metà la trascorriamo a fare i compiti per poterci andare il giorno dopo. Ebbene sì, è qui dove ci innamoriamo per la prima volta, dove cresciamo sempre con le stesse persone e dove gli esseri più oscuri dell’Universo attaccano! Eh no, non sto parlando dei prof, ma dei BULLI! Quelle persone che si sentono “re” e “regine”, ma che in realtà non sono nessuno, solo ragazzi comuni che non si sentono abbastanza apprezzati e che sono nel bel mezzo dell’adolescenza.
Diciamo che questo era il lato BUIO dell’adolescenza, ma ci sono anche cose belle: nuovi amici, nuova scuola, nuova vita…per chi sta per cambiare scuola e si prepara per andare alle superiori.
E’ un periodo meraviglioso dove sei libero di scegliere e di decidere il tuo futuro…sei pieno di cose per la testa, di progetti e di storie di quello che ti sta accadendo, alcune segrete, altre che possono sapere solo determinate persone e altre che possono conoscere tutti. Cambi i tuoi gusti, ti rilassi, ti godi la vita, perché è il periodo più bello: quello dove hai le prime responsabilità, ma non ancora così tante da non poterti concedere un po’ di tempo per te.
E’ il periodo in cui inizi a crescere e le persone adulte ti trattano come un loro pari e non più come un bambino.
E’ quella fase in cui tu non vorresti essere ma che, quando sarai grande, rimpiangerai.
E’ il pezzo più bello del nostro Albero della Vita, il TRONCO che sorregge la CHIOMA di quando saremo adulti. La base del nostro futuro. Perché l’adolescenza è il periodo che decide il nostro DESTINO. (L.S. Classe terza A Roncalli Ponso)

Posted in Giornalino, Secondaria Ponso | Commenti disabilitati su Adolescenza: periodo difficile o meravigliosa avventura?

Una giornata particolare

Un giorno di maggio la prof. di lettere entrò in classe e ci raccontò, con un certo entusiasmo, di una associazione italiana di volontari che si ritrovano nel tempo libero per occuparlo in modo utile: mettono a disposizione una o due ore magari nei fine settimana e vanno a ripulire i giardini pubblici, i marciapiedi, tolgono graffiti dai monumenti o dalle pareti dei palazzi, piantano fiori nelle aiuole e molto altro.
Il giorno 5 giugno di quest’anno, noi alunne della classe seconda A Roncalli, tutte di Piacenza d’Adige (A., A., S., S.), avendo ancora in mente la storia raccontata dall’insegnante e non sapendo come occupare il tempo libero, abbiamo deciso di ripulire il parco pubblico del nostro paese cioè di prenderci cura del nostro “angolo di pianeta”. Ci siamo armate di fazzoletti e sacchetti di plastica riuscendo così a raccogliere ed eliminare tutti i rifiuti dal parco.
In tutta sincerità ci siamo anche divertite molto e, dopo aver fatto questo, ci siamo sentite tutte molto sollevate.
Vedendo il parco pulito abbiamo sentito che era più nostro. A.A.S.S.

Posted in Giornalino, Secondaria Ponso | Commenti disabilitati su Una giornata particolare

Consegna documentazione Esami di Stato

In allegato la comunicazione relativa alla disponibilità della documentazione relativa al superamento dell’Esame di Stato

Posted in Famiglie, News | Commenti disabilitati su Consegna documentazione Esami di Stato

A proposito di integrazione…

Sempre più spesso nelle aule delle nostre scuole arrivano bambini che provengono da altri Paesi del mondo. Anche la classe quinta della scuola primaria “G.B. Ferrari”, nel corso del tempo si è arricchita anno dopo anno di cinque nuovi alunni, accolti tutti con simpatia e disponibilità da parte di tutti. Arrivati alla fine della scuola primaria, come di consuetudine, gli alunni sono stati invitati a rievocare i momenti più significativi del loro percorso, un evento emozionante, le conoscenze apprese, le conquiste effettuate…

Ci sembra bello riportare il testo semplice, ma significativo, di una bambina arrivata da lontano alla fine della classe prima in un paese sconosciuto e in cui non capiva una sola parola, come testimonianza di un’integrazione bella e possibile.

Testo integrazione
Posted in Giornalino, News, Primaria Ospedaletto | Commenti disabilitati su A proposito di integrazione…

Una super gita a Venezia tra antico e moderno

L’ultima gita della classe quinta di Ospedaletto Euganeo è stata ritenuta da tutti “INDIMENTICABILE” sia per la bellissima esperienza formativa, sia per il clima di amicizia e allegria in cui si è svolta.

Una tappa fondamentale è stata la visita al Consiglio Regionale che ha permesso di vedere dove si prendono decisioni importanti per il nostro territorio e dove ci è stato gentilmente concesso di ammirare il Canal Grande dalla terrazza di Palazzo Ferro-Fini: una vista fantastica!

I ragazzi sono rimasti sbalorditi di fronte alle bellezze artistiche di Venezia: i palazzi, i mosaici della basilica di S. Marco, statue, ponti…, ma sono stati attratti anche dal fascino storico-culturale del ghetto ebraico!

Però Venezia è anche una città moderna e i quadri della collezione di Peggy Guggenheim hanno lasciato tutti a bocca aperta, merito soprattutto della spiegazione della nostra guida che ha saputo catturare l’attenzione dei bambini e comunicare con parole semplici il senso, a volte misterioso e complicato, di pitture cubiste, astratte, surrealiste… Un input importante per sensibilizzare le nuove generazioni nei confronti dell’arte!

Al Consiglio Regionale
Stupore di fronte a Magritte
Posted in Giornalino, News, Primaria Ospedaletto | Commenti disabilitati su Una super gita a Venezia tra antico e moderno

Laboratorio ponte alla “G.Carducci” di Piacenza d’Adige

C:\Users\primariapiacenza\Desktop\scuola\IMG_4580.JPG

Alla Scuola Primaria “G.Carducci” di Piacenza d’Adige (Istituto Comprensivo di Ponso), è iniziato in modo  insolito il Progetto Scuola aperta: un laboratorio – ponte per il passaggio dalla scuola dell’Infanzia alla primaria.

Il  6 dicembre 2018 si sono aperte le aule ed i laboratori del Plesso per ospitare gli allievi delle classi prime e dei bambini dell’ultimo anno della Scuola dell’ Infanzia, che hanno avuto come compagni di banco…i propri genitori!!! Insieme hanno svolto attività di laboratorio creativo con l’obiettivo di addobbare la scuola in vista delle festività natalizie.

C:\Users\primariapiacenza\Desktop\IMG-20190405-WA0006.jpg

La proposta del tutto  innovativa, si è rivelata vincente: al termine delle attività i ragazzi , dapprima increduli e divertiti nel trovare il proprio genitore seduto nel banco accanto a loro, a fine attività hanno giudicato l’esperienza piacevole e interessante. Altrettanto dicasi per i genitori: alcuni quasi emozionati nel rivivere giovanili situazioni scolastiche e comunque tutti grati alla scuola per l’occasione offerta.

Non è mancato un momento di convivialità grazie alla collaborazione della cuoca della Scuola dell’Infanzia che ha preparato dolcetti con cui deliziare i palati.

Il calendario degli incontri proseguirà con gli open day: la scuola riaprirà le porte il  15 dicembre p.v. e il 12 gennaio 2019 per illustrare il proprio P.O.F.

Posted in Giornalino, infanzia Piacenza d'Adige, News, Primaria Piacenza d'Adige | Commenti disabilitati su Laboratorio ponte alla “G.Carducci” di Piacenza d’Adige

Tennis: passione, interesse o solo scoperta?

Per saperlo la scuola primaria “G.Carducci” ha avuto la fortuna di essere stata inclusa in un Progetto di approccio al Tennis, promosso dal Tennis Club di Masi. Durante la settimana dello sport Ettore, l’istruttore di Tennis, è intervenuto per far conoscere questo nobile e antico sport a tutti i nostri alunni. E’ stato meraviglioso vedere come i ragazzi sono stati coinvolti nella discussione durante la quale i bambini hanno potuto comprendere come con il tennis si possa imparare a rispettare gli alti, a gestire l’ansia o la rabbia, a saper perdere e anche vincere senza umiliare l’avversario, tutte cose che servono anche nella vita di tutti i giorni sia a casa che a scuola. Gli alunni hanno provato a mettere  in pratica questi insegnamenti durante gli esercizi .

Armati di racchette e palline i bambini hanno provato e riprovato a lanciare, a eseguire un dritto e poi un rovescio, a battere un servizio… Per alcuni è stata solo la scoperta di un nuovo sport, per altri il tennis ha suscitato curiosità e interesse, ma per almeno tre dei nostri ragazzi… è stato amore a prima vista! L’allenatore ha addirittura suggerito loro di coltivare questa passione, perché naturalmente dotati.

Voglio terminare questo semplice articolo dicendo che secondo me è molto importante avere una passione, perché ti incuriosisce, ti fa crescere, e sognare. Ti aiuta anche ad essere felice e a porti un obiettivo nella vita. (Paola Marigo)

Posted in Giornalino, News, Primaria Piacenza d'Adige | Commenti disabilitati su Tennis: passione, interesse o solo scoperta?